Presentata ufficialmente, questa mattina, la nuova casa della Real Sebastiani Rieti: #CasaReal. All’interno del centro sportivo “Gudini” sorto tre anni dall’intuizione dell’imprenditore reatino Luca Lodovici e suo padre Franco che hanno sviluppato il primo project financing sportivo della storia cittadina, la RSR ha trasformato una delle tensostrutture presenti nell’area incastonata nel quartiere di Molino della Salce, nel proprio quartier generale.

Un rettangolo di gioco regolamentare in parquet, curato dalla ditta “Dalla Riva” brandizzato con lo stemma societario al centro del campo, corredato da una palestra e tutto ciò che serve ai giocatori per svolgere l’attività sportiva settimanale in funzione delle gare domenicali.

A tagliare il nastro e varare così #CasaReal è stato il socio di maggioranza di RSR Roberto Pietropaoli, sua moglie Antonella, insieme a Luca Lodivici e il consigliere comunale con delega allo Sport Roberto Donati.

“In così poco tempo, aver allestito una struttura del genere è un qualcosa di magnifico – ammette Pietropaoli -. Di questo ringrazio la famiglia Lodovici che a fine agosto mi ha dato l’assist per riflettere su una soluzione del genere, che alla resa dei conti non è altro che un passo verso il futuro: avere una casa propria, una struttura all’avanguardia come questa dove poter svolgere l’attività sportiva sia della prima squadra, che del settore giovanile è importante. Ormai anche le grandi del basket si allenano in situazioni tipo queste o in palestre allestite ad hoc per prepararsi alle gare domenicali”.

Una volta presentata la struttura, il parquet di #CasaReal ha vissuto la magia delle nuove maglie da gioco, che accompagneranno la RSR per l’intera stagione, disegnate appositamente dallo sponsor tecnico, sulla falsariga di quelle che negli anni ’80 videro la Sebastiani di allora primeggiare in Italia e, soprattutto, in Europa con la conquista della Coppa Korac.

“Di emozioni ne ho vissute tante – dichiara ancora Pietropaoli una volta che i giocatori hanno fatto il loro ingresso in campo vestendo le divise nuove – ma questa è senz’altro una delle più forti, se non la più forte. Rivedere queste maglie indossate è un qualcosa di magico, ma i giocatori devono comprendere il valore ed il peso di questi colori, difesi e onorati dai grandi del basket”.

Al termine della presentazione, Roberto Pietropaoli ha voluto regalare due maglie personalizzate a Claudio Di Fazi (che insieme a Gioacchino Fusacchia è il responsabile del settore giovanile) contraccambiando quanto fatto dallo stesso Di Fazi a Pietropaoli, al quale ha donato le sue maglie originali dell’epoca, tra cui quella gialla con inserti rossi indossata in occasione della vittoria della Coppa Korac.

Prima di lasciare il campo alla squadra per la rifinitura pre-gara, immancabile sfida dalla lunetta tra Roberto Pietropaoli e il consigliere Roberto Donati, alla quale ha partecipato anche il capitano Simone Bagnoli.

Ufficio Stampa Real Sebastiani Rieti

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Memorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Real Sebastiani Rieti

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi