Con una prestazione di livello e di carattere, la Sebastiani torna al successo battendo nettamente la Mastria Academy Catanzaro a domicilio col punteggio di 54-83 nella seconda giornata della seconda fase del campionato nazionale di serie B. Mattatore di serata, neanche a dirlo, il capitano Klaudio Ndoja che mette a segno 19 punti con 5/8 dalla lunga distanza, un dato questo che anche complessivamente rende meglio l’idea di che tipo di gara è riuscita a fare la Sebastiani che dall’arco fa registrare una realizzazione che sfiora di 50%. In doppia cifra anche Loschi (16), Traini (11), Cena (11) e Drigo (10). Prossimo impegno domenica 28 marzo alle ore 18 al Palasport di Valmontone contro la Viola Reggio Calabria.

LA GARA

Dopo il primo canestro di Loschi, la Sebastiani subisce un parziale di 9-0 che induce coach Righetti a chiamare il time out per riorganizzare le idee. Mossa azzeccata perché Ndoja e compagni tornano in campo con un’altra marcia e in un amen è aggancio e sorpasso (9-12). Ma gli errori sotto canestro si susseguono da ambo le parti, Paci fa 0/2 dalla lunetta e la prima frazione di gioco si chiude con la Sebastiani avanti di 3 lunghezze (12-15).

Il trend positivo dei reatini, però, trova un seguito nella seconda frazione, quando grazie a una difesa arcigna e la vena realizzativa di Cena, la Sebastiani si porta fino al +10 (16-26), prima dei canestri di Moretti e Battaglia che riportano Catanzaro in scia. Drigo è bravo dall’arco (20-29), Ndoja un po’ meno e su capovolgimento di fronte i giallorossi di casa trovano due punti con Brunetti dalla lunetta (22-29). Ancora liberi per Catanzaro e punteggio e gap che si assottiglia ancora (25-29), poi due errori in fase offensiva consentono alla Sebastiani di respirare e trovare un canestro in contropiede con Loschi a 36″ dal riposo lungo. Finisce 29-31.

Il primo canestro del secondo tempo è di Paci, che penetra in area dopo un prolungato giro-palla sull’arco. Lo stesso lungo biancorosso qualche secondo più tardi si guadagna un fallo che gli arbitri giudicano antisportivo: dalla lunetta il numero 15 reatino fa 1/2 e sul susseguente possesso-palla Ndoja inventa una tripla mortifera che riporta la Sebastiani avanti di otto (29-37). Moretti non ci sta e si riscatta dall’antisportivo con una bomba che vale il -5. Il festival delle triple, però, non si esaurisce qui, perché prima Cucco, poi Provenzani e (ancora) Ndoja la mettono dalla lunga distanza (37-45). È il solito terzo quarto della Sebastiani, che fatta eccezione per la tripla di Moretti a 1’25” dalla sirena, si chiude con un prezioso 42-54.

Nel finale Ndoja apre le danze con un’altra tripla che dilata ulteriormente il gap (42-57), dall’altra parte Morciano indovina il cerchio e subisce fallo: azione da tre punti che “annulla” la giocata dell’italo-albanese. Cena realizza, poi il tecnico fischiato a Battaglia consente a Loschi di segnare il punto numero 60 dalla lunetta. Ancora un tecnico, stavolta al coach di Catanzaro, Tunno e Loschi è infallibile dalla lunetta (47-61). Poi ecco le triple di Ndoja e Drigo dai due angoli che portano la Sebastiani sul +18 (49-67) dando un indirizzo ben preciso al match. Nel finale piovono ancora triple sulla testa dei catanzaresi (alla fine saranno 14 su 30), Righetti concede l’esordio al baby Leonardo Di Battista e all’ultimo arrivato Eric Visentin e in garbage time per più di due minuti, la gara si conclude sul 54-83

BORDOCAMPO

“Partita dai due volti: ad un primo tempo condizionato dal viaggio lungo e dalle fatiche di domenica, abbiamo risposto con un secondo tempo che mi ha lasciato decisamente soddisfatto giocando una partita di livello sia sotto l’aspetto tattico, che da un punto di vista mentale. È stata una vittoria costruita azione dopo azione, punto dopo punto senza mai abbassare l’intensità: evidentemente il secondo tempo mi è piaciuto molto di più e il risultato premia i nostri sforzi. Ora abbiamo poco tempo per recuperare in vista di domenica, ma quando vinci è più semplice ritrovare le forze, sia fisiche, che mentali”. Queste le parole di coach Alex Righetti al termine della gara.

Il tabellino:

MASTRIA SPORT CATANZARO-REAL SEBASTIANI RIETI 54-83 (parziali: 12-15; 17-16; 13-23; 12-29)

MASTRIA CATANZARO: Battaglia 14, Brunetti 6, Tchintcharauli 2, Cucco 8, Moretti 8, Mastria Mat., Mastria Mar. 2, Gaetano 9, Procopio 2, Tomcic n.e., Morciano 3. All.: Tunno.

REAL SEBASTIANI RIETI: Traini 11, Provenzani 7, Ndoja 19, Loschi 16, Paci 7, Di Pizzo n.e., Cena 11, Drigo 10, Basile 2, Visentin n.e., Di Battista. All.: Righetti.

ARBITRI: Correale di Atripalda (AV) e Morra di San Giorgio a Cremano (NA).

Ufficio Stampa Real Sebastiani Rieti

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Memorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Real Sebastiani Rieti

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi